La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

Bonus Vacanze Vieste nel Gargano Puglia Peschici - Vacanza 2020  - Strutture che aderiscono e Accettano Bonus Vacanza

Gentili ospiti,

dopo questo periodo di particolare incertezza che ha colpito tutti è arrivata l’ora di tornare a pensare alle vacanze.  

La Puglia e soprattutto il Gargano con le sue numerose baie e gli ampi spazi verdi è il posto ideale dove poter trascorrere le vostre Vacanze in tranquillità.

Se siete alla ricerca di un Camping o di un Villaggio  a conduzione familiare dove poter trascorrere delle vacanze spensierate e a contatto con la natura, abbiamo una buona notizia per voi!

Il nostro Camping – Village si trova lungo la litoranea che collega Vieste e Peschici, a soli 150 metri dal mare. Tra i Campeggi e i Villaggi e le altre Strutture Recettive del Gargano siamo stati tra i primi a decidere di ACCETTARE il Bonus Vacanze, consapevoli delle difficoltà legate a questo particolare periodo e dell’opportunità che tale bonus può dare a tutti coloro che decidono di passare le loro vacanze nel Gargano in Puglia. Struttura che aderisce al Bonus Vacanza - Struttura che Accetta il Bonus Vacanza.

 

Con questa informativa vi indichiamo le modalità di richiesta e le condizioni di utilizzo del bonus. Per ulteriori informazioni potete contattarci alla nostra mail [email protected] o consultare la guida al link: https://www.agenziaentrate.gov.it.

 

Cos'è il bonus vacanze?

Il bonus vacanze è un credito a favore delle famiglie disposto dal Governo con il DL Rilancio del 19 maggio, per sostenere le vacanze in Italia.

 

Chi può richiederlo?

Tutte le famiglie con ISEE inferiore a 40.000 euro. Il bonus vacanze può essere richiesto da un solo componente per nucleo familiare indipendentemente dal numero di persone che usufruiscono della vacanza.

 

Quando si può usare?

Il bonus si può utilizzare dal 1 luglio al 31 dicembre 2020 per soggiorni nelle strutture ricettive italiane.

 

Quanto vale? 

L'importo varia in base al numero di componenti del nucleo familiare, fino a un massimo di 500€:

  • Per le famiglie composte da almeno 3 persone: 500€
  • Per le famiglie composte da 2 persone: 300€
  • Per le famiglie composte da 1 persona: 150€

 

Come si usa?

Al momento del pagamento del servizio turistico presso la struttura, uno dei componenti del nucleo familiare, anche diverso dal richiedente, fornisce all'operatore turistico il codice univoco o il QR-code ottenuto mediante l’app IO. L’operatore turistico verifica la validità sul sito web dell’Agenzia e, in caso positivo, conferma e applica lo sconto. L’80% del valore del bonus si ottiene come sconto al momento del pagamento in Campeggio, il restante 20% viene recuperato nella dichiarazione dei redditi 2021.

Se il corrispettivo dovuto è inferiore al bonus massimo, lo sconto e la detrazione sono commisurati al corrispettivo e il residuo non è utilizzabile.

Un esempio: Un nucleo familiare di 4 persone, che ha a disposizione 500 euro di bonus, usufruisce di una vacanza, il cui prezzo è pari a 1.000 euro.

Al momento dell’emissione della fattura o del documento commerciale o dello scontrino/ricevuta fiscale, chi usufruisce del bonus otterrà 400 euro di sconto immediato (pari all’80% del bonus di 500 euro) sul corrispettivo dovuto, pagando la vacanza 600 euro. Nella dichiarazione dei redditi 2021, relativa all'anno di imposta 2020, potrà inoltre riportare 100 euro (il restante 20% di 500 euro) in detrazione dall'imposta dovuta.

Se il costo della vacanza è inferiore all'importo massimo del bonus riconosciuto (ad esempio pari a 450 euro), lo sconto va calcolato sul corrispettivo dovuto: nel caso in esame sarà pari a 360 euro (80% di 450 euro). Anche la detrazione dovrà essere calcolata sul corrispettivo, e nell'esempio sarà pari a 90 euro (20% di 450 euro).

 

Ci sono limitazioni?

Il bonus può essere richiesto da un solo componente per nucleo familiare e deve essere utilizzato in un’unica soluzione. La prenotazione deve essere effettuata direttamente con la struttura ricettiva. 

 

Cosa serve per richiederlo?

Uno dei componenti del nucleo familiare, anche prima del 1° luglio 2020, deve:

  • Presentare all'INPS, anche per il tramite dei Caf, la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), per ottenere il rilascio dell’attestazione ISEE
  • Dotarsi di una identità digitale SPID o CIE (Carta di Identità Elettronica)
  • Scaricare l’applicazione per smartphone IO – l’app dei servizi pubblici, gestita da PagoPA SpA ed effettuare il primo accesso.

Al primo accesso, dopo l’autenticazione con SPID o CIE (versione 3.0), l’app IO chiede all’utente di impostare un codice di sblocco (PIN) ed eventualmente una delle funzionalità di riconoscimento biometrico (impronta digitale o riconoscimento del volto) disponibile sul proprio dispositivo.  A partire dal 1° luglio 2020, uno dei componenti del nucleo familiare può accedere alla funzione per richiedere il bonus Vacanze disponibile nella sezione “Pagamenti” dell’app IO

Prima di procedere con la richiesta, l’app IO mostra una pagina di dettaglio sul funzionamento e le regole del bonus Vacanze, che include i Termini e condizioni d’uso e le Privacy policy specifiche del bonus, per presa visione da parte dell’utente.

In seguito, attraverso un collegamento con la banca dati dell’Inps, l’app IO verifica che il richiedente sia in possesso di tutti i requisiti necessari e comunica al richiedente l’esito del riscontro, con un messaggio in app.

Nei casi in cui l’utente sia risultato idoneo a ricevere il bonus, dopo aver visualizzato l’anteprima del bonus vacanze, può confermare la sua richiesta e deve attendere che l’app IO comunichi l’attivazione del bonus.

Dopo la conferma dell’attivazione del bonus vacanze attribuito al nucleo familiare, il richiedente e gli altri beneficiari che hanno già installato l’app IO possono visualizzarlo immediatamente nella sezione “Pagamenti”. Sono riportate le seguenti informazioni: 

  • il codice univoco ed il QR-code associato, da comunicare al fornitore del servizio turistico al momento del pagamento del soggiorno presso il fornitore stesso. Attraverso la funzione “Condividi” presente nella schermata di riepilogo del bonus, IO crea una copia del codice univoco e del relativo QR-code che il richiedente può inoltrare (come una semplice immagine) ai componenti del nucleo familiare che non hanno accesso all’app;
  • l’importo massimo dell’agevolazione spettante al nucleo familiare, con separata indicazione dell’importo dello sconto e dell’importo della detrazione fruibile in dichiarazione;
  • l’elenco dei componenti del nucleo familiare risultanti dalla DSU presentata: uno qualunque tra questi potrà utilizzare il bonus al momento del pagamento del servizio turistico;
  • il periodo di validità entro il quale spendere il bonus (dalla data di attivazione al 31 dicembre 2020).

Il QR-code è un simbolo grafico al cui interno sono contenuti dati che possono essere decodificati tramite dispositivi dotati di fotocamera o lettore dedicato. Nel caso del bonus vacanze, il QR-code contiene il codice univoco per la fruizione dell’agevolazione.